Mese: gennaio 2014

Campo libero al basket nel regno rugby

 

Canestro campo Favaro Veneto

Il campo fa parte di un complesso di impianti sportivi e ricreativi la cui struttura principale è costituita dallo stadio di rugby, già teatro del Super 10 ai tempi del VeneziaMestre e ammodernato di recente con una nuova copertura della tribuna principale.

Favaro Veneto è uno dei quartieri a più alto tasso cestistico del territorio veneziano. La locale società, legata da sempre al nome della famiglia Barbiero (Loris fu playmaker della Reyer anni Ottanta), è ancora una delle realtà più attive a livello giovanile.

Attualmente è un campo usato non di frequente, anche per lo stato del fondo, estremamente scivoloso. D’estate è esposto al sole a trecentossanta gradi e manca di punti di riferimento. In compenso le strutture dei canestri sono ancora in un discreto stato e le retine – almeno al momento dello scatto – erano in ottime condizioni (segno che qualcuno si preoccupa di cambiarle).

Con le dovute attenzioni per lo stato del terreno, è una buona soluzione se si cerca un posto dove trovare entrambe le metà campo libere, non troppo in periferia e in una zona dove è possibile incrociare avversari di qualità per improvvisare qualche uno contro uno.

Alessandro Tomasutti

Note a bordo campo

Fondo: cemento liscio, molto scivoloso soprattutto per cambi di direzione e arresti a due tempi.

Canestri: struttura in discreta condizione; tabellone rigido ma con assenza di quadrato di riferimento; retine a volte in ottimo stato.

Accesso: libero ad ogni ora; fontanella a lato del campo e piccolo gazebo (per lo più utilizzato da piccole compagnie di giovani del tutto disinteressati al basket e allo sport).

Indirizzo: via Monte Cervino 20, Favaro Veneto – Venezia