Due contro due, con le regole dei Maya

Campo allenamento sito Maya di Cobà

 

Ecco un bel campo da due contro due. Non è un refuso né un errore di calcolo. Semplicemente siamo nello Yucatan, mille anni fa o giù di lì. E questo è uno dei primi campi da basket di sempre. O meglio, di quello che – tra i giochi dell’antichità ricostruiti dagli storici – più di ogni altro assomiglia alla moderna pallacanestro.

E’ un campo di allenamento e per le sue ridotte dimensioni si giocava in due contro due. Qui a Cobà, nel pieno della foresta yucateca, crescevano i giocatori destinati poi a sfidarsi a Chichén Itzà, il palcoscenico più prestigioso, il Madison Square Garden dell’era Maya. Dimentichiamo rimbalzi e palleggi, però. Il pallone pesava tra i tre e cinque chili, grossomodo come giocare con la famigerata palla medica, incubo delle ore di ginnastica alle medie.

Il punteggio finale poteva essere uno solo, uno a zero. Al primo canestro la partita si concludeva. Anche perché centrare il cerchio posizionato a quasi quattro metri di altezza doveva essere tutt’altro che semplice. Non solo per il peso del pallone, ma anche perché per colpirlo si potevano utilizzare solo gomiti, anche e ginocchia, fortunatamente preservati da apposite protezioni di cuoio.

A Cobà i rampolli dell’elite si allenavano quindi per diventare campioni, in una sorta di accademia formata dai migliori talenti della penisola. E fino al 1100 d.c. si giocava per il puro gusto dello spettacolo e per omaggiare le divinità celesti. Poi con l’arrivo dei Toltechi cambierà tutto: vincere o perdere diventerà questione di vita o di morte, nel vero senso della parola. E a quel punto le squadre saranno formate esclusivamente dal popolo.

Alessandro Tomasutti

 

Note a bordo campo

Fondo: in terra battuta

Struttura: canestri in pietra ad anello verticale, posizionati a metà del campo sui lati lunghi. Sopra i canestri, le due tribune per gli spettatori.

Accesso: a pagamento (circa 5 euro), per la visita al sito archeologico di Cobà

Indirizzo: Cobà, Quintana Roo – Mexico

 

(foto di Alessandro Tomasutti)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...