Istria, viaggio nel canestro del Mediterraneo (11) – Un’ombra nel mare di Ravni

Ravni_fine

«Avreste dovuto vedere com’era Ravni, solo dieci anni fa. Non avete idea, era davvero un paradiso».  L’Adriatico sbatte sugli scogli e le onde sono fiori neri che sbocciano e scompaiono sotto lo scafo di una vecchia barca abbandonata. Il profilo di Cherso comincia a illuminarsi sotto un diluvio di stelle. È quasi notte, ormai. Sempre quella maledetta sensazione che sia troppo tardi, di essere arrivati sempre dopo. Quando  tutto è già stato detto, tutto è già stato visto. Anche se sai che non è vero. 

L’Istria finisce a Ravni. Ad ogni metro la strada si stringe, si impenna, si avvita, fino a smarrirsi nel folto di una vegetazione bassa, fitta, ineluttabile. Da una delle ultime curve si rivela finalmente il monte Ossero, irraggiungibile nella sua solitudine marina. Lussino si allunga e si incurva, fino a immergersi e sparire.

È quasi notte, ormai. È il momento in cui Rijeka inizia a brillare, su a nord, riemergendo in continui attimi dal buio. È il conforto di ciò che si conosce, della vita che brilla e per questo si consuma. A sud, invece, è la tenebra, le isole abbandonate contro il cielo, che navigano oltre l’orizzonte, giù verso il buio.

Stracci bagnati, sguardi stanchi: le sedie sono già sopra i tavoli e gli ultimi clienti salutano le giovani cameriere con un cenno della mano. Siamo nel mezzo dell’estate e in spiaggia non c’è più nessuno. C’è silenzio. E’ il momento in cui il mare inizia a parlare. 

Sulle prime sembra solo un’onda più grossa, che si perde molto prima di arrivare agli scogli. Pochi attimi dopo, la stessa ombra risale dal mare, sinuosa, per immergersi tra i riflessi delle onde. Un delfino danza nella notte. Emerge di nuovo e poi scompare, per sempre. Le parole non servono più. È il momento di tornare indietro.

Alessandro Tomasutti

Note a bordo campo

Struttura: monopalo, fissato sull’unica fila di tribune del campo da calcio.

Fondo: cemento misto terra.

Accesso: libero.

Indirizzo: Ravni, Istria, Croazia

In Istria, viaggio nel canestro del Mediterraneo (11) – fine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...