Proprietà privata

Sulle sponde della città rovesciata

volpago

Al di là del cancello, dietro al canestro, oltre i vigneti, la terra finisce. Può succedere di incontrare un fagiano, che esce dal mais con l’aria che hanno tutti i fagiani, in qualsiasi posto si trovino. L’aria di essere lì per errore e inevitabilmente in pericolo. Segui quel fagiano, che scappa senza sapere dove scappare, e quel fagiano ti porta proprio lì, dove la terra finisce. Continua a leggere

L’ombra di un canestro

marghera

Il filo spinato rincorre le cime delle inferriate, formando delle onde quasi simmetriche. Una grata sigilla la finestra al piano terra; anche quella del primo piano è sbarrata. Nulla si muove dentro il perimetro di questa palazzina anonima.

Nulla eccetto l’ombra di un canestro, che si allunga cercando di scappare dall’ultima luce del giorno. 

Sembra una corona di spine. Destinata a sparire lentamente nel buio.